IMG_20210517_143346 (2)

Occhi in giù a Piazza S. Pietro!

Avete mai camminato a Piazza San Pietro a testa in giù?

Lo so, l’attrazione del Cupolone, dell’altissimo obelisco e dell’immenso colonnato sicuramente vi hanno fatto stare sempre con gli occhi ben in alto! E magari anche all’Angelus del Papa la domenica alle 12, per indovinare la finestra da cui si stava per affacciare..

Ma sono davvero tante le sorprese che ci riserva il pavimento della piazza, alcune più note altre quasi nascoste!

Andiamo a scoprirle insieme!

Questo è un regalo per chi avrebbe voluto partecipare alla mia visita guidata per famiglie “San Pietro e il Cupolone!” del 10 Luglio 2021 e per tutti quelli che amano scoprire curiosità e storie della nostra amata città!

Vi mostrerò 3 punti da poter cercare con i vostri bambini e ragazzi la prossima volta che passerete da quelle parti! E per uno di questi toccherà a voi trovare il punto esatto, come in una vera caccia al tesoro!!

Pronti? Via!

IL CENTRO DEL COLONNATO

Cominciamo con il più famoso, il CENTRO DEL COLONNATO DEL BERNINI!

Il Colonnato fu progettato dal grande architetto e scultore Gian Lorenzo Bernini nel ‘600, ed essendo di forma ellittica possiede due fuochi occupati dalle due fontane gemelle. Ma ci sono altri due punti, sempre speculari e sull’asse maggiore di 240 m, che ci regalano un’illusione ottica fantastica!!

Mettendosi su uno dei due punti si vedranno scomparire 3 file di colonne!

Vedete! Come nella foto che ho scattato! Questi due punti si chiamano centro del colonnato perché si trovano a una distanza uguale da tutte le colonne del lato di fronte! Ecco perché nascondono le 3 file di dietro! La matematica è magica!!

MERIDIANA

Ma non vi sbagliate con i cerchi della meridiana dell’obelisco!

Nel 1817 l’obelisco Vaticano, antico obelisco di origine egizia portato a Roma dall’imperatore Caligola nel I secolo, divenne un OROLOGIO SOLARE! Ma non per indicare l’ora del giorno, ma il giorno dell’anno essendo il nostro un calendario solare!

Dall’obelisco fino ad una delle fontane gemelle, precisamente quella del Maderno, troverete la linea della meridiana e un avvicendarsi di mesi e segni zodiacali! Provate a cercare il mese in cui ci troviamo una volta lì!

CUORE DI NERONE

Ed eccoci al terzo punto da scovare.. il più difficile!!

Il CUORE DI NERONE è una pietra di porfido rosso che fu scolpita in tempi antichi e riutilizzata per lastricare una parte del pavimento intorno all’obelisco Vaticano! Fu chiamata così per ricordare il Circo di Nerone che si trovava in quest’area in antichità..

In passato si riciclava tutto!

Soprattutto le cose di valore, come i marmi di colonne, sarcofagi, pareti che venivano ritagliati (come questo bellissimo cuore) per essere riutilizzati in vario modo. In questo caso il porfido rosso insieme a quello verde furono riutilizzati per decorare le sezioni della bellissima rosa dei venti intorno all’obelisco!

Per trovare il cuore di Nerone andate al vento di Libeccio, a sud ovest rivolto verso la facciata della basilica..

E concludiamo la caccia ai segni del pavimento di Piazza San Pietro con l’ultima storia..

Sul lato destro della piazza verso la basilica (in direzione della grande statua di San Paolo) sul pavimento troverete una scritta che ricorda un evento molto triste, per fortuna a lieto fine.. l’attentato di Papa Giovanni Paolo II il 13 maggio del 1981. Ma stavolta non vi mostro la foto, toccherà a voi scovarlo di persona!

Buona ricerca a tutti!!

Piccola-Clio-Pantheon

Il Pantheon degli Imperatori

Ehi laggiù! Benvenuti al Pantheon!

Buona vigilia di Pentecoste!
Oggi sono qui al Pantheon, che è anche la Basilica di Santa Maria ad Martyres.

Sì, il Pantheon ha una storia lunghissima.. era originariamente un tempio pagano, dedicato probabilmente a tutti gli dei, ma nel Medioevo, dopo molti anni di abbandono, fu trasformato in una chiesa cristiana e dedicato alla Vergine Maria e a tutti i martiri cristiani.

Ho deciso di venire qui perché domani è una festa importante per questa chiesa. In realtà, le due feste importanti per il Pantheon sono Ognissanti e Pentecoste: perché fu consacrata il 13 maggio, nel 609 d.C., a Pentecoste, e da quel momento al secolo successivo la festa di Ognissanti fu celebrata il 13 maggio, proprio ricordando la dedicazione del Pantheon! Incredibile eh?

martiri, infatti, sono santi molto importanti per i cristiani, morti nella difesa della loro fede in Gesù Cristo.

L’icona con la Madonna e il Bambino Gesù che è qui è tra le mie preferite, davvero molto antica, dipinta su legno. Recentemente ho scoperto che vediamo solo la sua copia nella nicchia sopra l’altare, quella originale è dietro, in una cappella non visitabile!

Guardate su adesso!

La cupola è davvero maestosa e stupenda, e ancora quella antica! Ha 2000 anni!

Il Pantheon fu costruito inizialmente da Agrippa intorno al 27 a.C. per l’imperatore Augusto e poi ricostruito dall’imperatore Adriano nel II secolo, ma non si ha una datazione certa della cupola.. è ancora un mistero chi l’abbia costruita!

Il tempio era dedicato agli dei e la cupola ricordava il cielo e quindi l’Olimpo! Dalle fonti antiche sappiamo di certo che all’interno c’erano le statue di MarteVenere e Giulio Cesare! Si certo, Giulio Cesare fu divinizzato dopo la sua morte!

Secondo alcuni studiosi il Pantheon celebrava proprio questo, la divinizzazione di Cesare e degli imperatori dopo di lui! Perché, forse, la divinizzazione e ascesa al cielo di Romolo, il primo re, avvenne proprio in questa zona..

La maggior parte del tempio antico è ancora conservato!

Guardate alla mia sinistra!

Questi marmi sono l’unica parte originale non modificata della decorazione marmorea!

La cupola da quassù è ancora più impressionante! Disegna una sfera perfetta di 43 metri dall’alto fino al pavimento! E ha una grande finestra in alto, chiamata occhio, oculus, di 9 metri di diametro, ed è sempre aperta! Può piovere dentro, a dispetto di alcune leggende, e l’acqua scorre giù attraverso dei fori sul pavimento e un sistema fognario che è ancora quello originale!

Ma la pioggia più sorprendente è quella di petali rossi, a Pentecoste, che scende giù dall’occhio! È un simbolo delle fiammelle dello Spirito Santo scese sulle teste degli apostoli. Purtroppo quest’anno non ci sarà, ma speriamo nei prossimi anni!

Potete visitare il Pantheon tutto l’anno insieme a Simona e Maria Teresa!

Ecco le due passeggiate sempre disponibili su richiesta:

ADRIANO: L’IMPERATORE ARCHITETTO – Storikamente Roma

PER LE VIE DEL CENTRO CON I BAMBINI – Storikamente Roma

Quiz della Piccola Clio

Pantheon e Imperatori Romani!

PER TUTTI

Il vincitore è.. STELLA con il massimo dei punti!

I vostri punteggi sono stati aggiunti alla Classifica Generale dei Quiz!

Avete affrontato domande insidiose, con immagini e risposta multipla!

Ecco le risposte esatte e i tranelli svelati..!

Risposte del Quiz

2A – Partiamo dalle origini dell’Impero.. Chi fu il primo imperatore romano?

Ottaviano Augusto!

A questa domanda si risponde spesso con esitazione, segno che ancora oggi Giulio Cesare è considerato l’uomo più importante della storia romana.

Ecco due trucchi per non sbagliarsi: Giulio Cesare è stato ucciso proprio per non consegnargli un potere maggiore e Augusto era il nome della carica massima che fu data ad Ottaviano per coronarlo poi imperatore!

2B – E quale edificio fu costruito per celebrare la sua carica di imperatore?

Pantheon!

Bravissimi, avete letto bene il post qui sopra! 

2C – Vediamo ora se hai buona memoria.. come si chiama l’unica finestra del Pantheon?

Oculus o Oculo!

La grande apertura circolare in alto è chiamata così perché ricorda un occhio!

2D – Adriano è l’imperatore più ricordato per aver ricostruito il Pantheon.. Sapresti scovarlo tra gli imperatori qui sotto?

Bravissimi! In molti l’avete riconosciuto! Per un ripassino ecco un’altra statua famosa custodita ai Musei CapitoliniImperatore Adriano

2E – Ok.. ma quale nome è scritto in grande sulla facciata del Pantheon?

Agrippa!

Ottimo, avete buona memoria e spirito di osservazione quando camminate per Roma! Marco Vipsanio Agrippa era il genero di Augusto.

Nell’atrio del Pantheon sappiamo che c’erano due statue, una di Ottaviano Augusto e una proprio di Agrippa!

2F – Ci siamo quasi! Quale di queste dinastie di imperatori non è mai esistita?

Commodiana!

Eh sì, proprio questa che è di pura fantasia! 

La Giulio-Claudia è quella di Ottaviano Augusto (gens Iulia, perché nipote di Cesare e da lui anche adottato) e di Tiberio (gens Claudia).

La Flavia è quella dell’imperatore Vespasiano e la Valentiniana dell’imperatore Valentiniano I.

2G – Ottimo! All’ultima non sbagliare! Quali sono tra questi gli imperatori della dinastia dei Severi? (Risposta multipla)

Settimio SeveroCaracalla e Eliogabalo!

Bravissimi, li avete individuati tutti o quasi! Settimio Severo era il capostipite, Caracalla era figlio di Settimio Severo e Eliogabalo il nipote della moglie di Settimio Severo.

..Al prossimo quiz!

Piccola-Clio-Musei-Capitoli

Costantino detto il Grande

Ciao dai Musei Capitolini!

Sono davanti alla mia statua antica preferita qui a Roma!
È la statua colossale di Costantino, imperatore romano dal 306 al 337 d.C. Si trova nel cortile del Palazzo dei Conservatori ai MUSEI CAPITOLINI, uno dei luoghi delle Visite Guidate per Bambini di Simona!

Fu trovata circa 500 anni fa nel Foro Romano!

Sì, in un enorme edificio, chiamato basilica (basilica di Massenzio o Costantino), che veniva usato dagli antichi romani come mercato al coperto o come tribunale.

Questa statua infatti rappresenta l’imperatore Costantino in modo davvero imponente, proprio come patrono della Giustizia, seduto in trono!

La statua fu trovata rotta in tanti pezzi di marmo..

Riuscite a riconoscere le parti del corpo che sono qui dietro?

Sono davvero enormi.. Guardate la vena del braccio! La testa è alta come un adulto!

E che occhi grandi.. Costantino era raffigurato sempre così, e con un bel naso aquilino.. non è difficile riconoscerlo nei musei!

Invece il busto della grande statua non si è conservato, forse perché era in legno e ricoperto in bronzo che fu poi fuso.

Ma i pezzi mancanti sono spesso nei magazzini o sale dei musei per anni prima di essere individuati!

Gli studiosi si divertono a fare la caccia ai pezzi mancanti guardando nei musei di tutto il mondo! Avete sentito del dito ritrovato al Louvre di Parigi? Apparteneva a una statua di Costantino, questa volta di bronzo, che si trova sempre qui ai Capitolini![Ecco la notizia: Roma Capitale | Sito Istituzionale | Colosso di Costantino, ricomposta la mano con dito della collezione Campana del Louvre (comune.roma.it) oppure Il frammento ritrovato | Musei Capitolini]

L’imperatore Costantino era chiamato il Grande ma anche il Liberatore di Roma dal Senato e Popolo di Roma, perché vinse la guerra (civile, eh) contro l’altro imperatore romano, Massenzio.

Secondo una leggenda, prima della battaglia di Ponte Milvio, Gesù Cristo in un’apparizione promise la vittoria a Costantino, a condizione che ci fosse stato il simbolo della croce sugli scudi dei soldati.. E così vinse!

Si convertì alla religione dei cristiani e divenne il primo imperatore considerato cristiano della storia!

Ma all’inizio per Costantino Gesù era solo uno dei tanti dei a cui essere devoto.. un dio che gli aveva portato davvero tanta fortuna!

Quiz della Piccola Clio

Gli dèi degli Antichi Romani

PER TUTTE LE ETà

Il vincitore è.. ZWARYA con il massimo dei punti!

I vostri punteggi sono stati aggiunti alla Classifica Generale dei Quiz!

Avete affrontato domande insidiose e con risposta multipla!

Ecco le risposte esatte e i tranelli svelati..!

Risposte del Quiz

2A – Al tempo di Costantino erano tante le divinità venerate a Roma. Quale dio era detto Ottimo Massimo Capitolino?

Giove!

Il Tempio Capitolino detto Aedes Iovis Optimi Maximi Capitolini era dedicato alla triade capitolina tra cui Giove, il padre degli dei!

2B – OK, e oltre a lui quali erano le altre dee della Triade Capitolina?
(Risposta multipla)

Giunone e Minerva!

Che erano la sposa di Giove e la figlia (di Giove e Meti un’Oceanina) nata dalla testa del padre già armata di tutto punto!

2C – Qual è l’altro nome usato oggi per il Colle Capitolino?

Bravissimi, il Campidoglio

Viene dal latino Capitolium, e oggi molti luoghi di rappresentanza politica si chiamano così, a ricordo del Comune della città di Roma insediatosi qui fin dal Medioevo. [Anche negli USA la sede del Congresso degli Stati Uniti è chiamata Capitol Hill]

2D – Vicino alla Basilica di Massenzio o Costantino c’è il tempio di due dee protettrici di Roma. Quali sono? (Risposta multipla)
(Una delle due era madre di Enea..)

La dea Venere, secondo la leggenda amante di Anchise e madre di Enea, e la dea Roma, protettrice della città di Roma (simile a Minerva protettrice invece di Atene).

2E – Quale dio era il padre del fondatore di Roma?

Marte!

Padre di Romolo e Remo, i due gemelli avuti dalla vestale Rea Silvia. Secondo la leggenda fu Romolo il fondatore della città di Roma![Marte era padre di Romolo che a sua volta era discendente di Enea, figlio di Venere.. e Marte e Venere erano amanti! E pensare che l’anagramma di Roma è proprio AMOR! Lo sapevate?]

2F – Ci siamo quasi! Torniamo a Costantino.. Era molto devoto al dio Sole Invitto. Quali altri dei erano associati al sole? (Risposta multipla)

ApolloElio e Mitra!

Bene, su Apollo e Elio siete andati sicuri, sono gli dei del sole infatti.. ma siete rimasti sorpresi di Mitra vero?

Ebbene sì, è anch’esso associato al sole!

Secondo la leggenda ebbe una contesa con Elio, lo vinse e stretta con lui un’alleanza si guadagnò la corona solare e poté salire sul carro del sole! Ecco perché anche Mitra fu in alcuni casi raffigurato in antichità con la corona raggiata sul capo..

2G – Con l’ultima rilassiamoci, una cosa semplice! Quale tra queste NON è una dea di origine greco-romana?

Bravissimi, Iside!

Era infatti una dea egiziana, molto venerata a Roma in età imperiale! Famoso era il tempio dedicato a lei, l’Iseo Campense a Campo Marzio!

..Al prossimo quiz!