Non solo Castello!

 

Ciao a tutti!

Eccomi davanti al castello di Roma, Castel Sant’Angelo!

Castel Sant’Angelo è uno dei musei di Roma con una storia incredibile e davvero lunga!
Il castello fu dedicato all’Arcangelo Michele perché secondo una leggenda nel Medioevo apparve su di esso per porre fine a una pestilenza.

Oggi possiamo ancora vedere in cima una statua dell’arcangelo nel gesto di rinfoderare la sua spada. Che la sua presenza lassù sia di buon auspicio anche per la pandemia in atto (al tempo di questo articolo)..

 

Il castello fu costruito su un edificio preesistente del II secolo, un mausoleo e precisamente la tomba monumentale dell’imperatore Adriano!

Dopo di lui anche altri imperatori romani furono sepolti qui.

All’interno possiamo visitare la stanza delle urne, il luogo dove le ceneri degli imperatori erano conservate in sarcofagi o urne (oggi la stanza è vuota!).

Il mausoleo era un edificio circolare su un basamento quadrato, e in cima c’erano gli alberi e una statua in bronzo dorato che rappresentava l’imperatore sul carro del dio Elio, raffigurato come il dio. Era anche il simbolico momento in cui l’imperatore saliva verso il cielo dopo la sua morte, ossia la sua divinizzazione e trasformazione in una stella.

 

Per approfondire l’aspetto architettonico e storico del mausoleo c’è la passeggiata ad hoc proposta da Maria Teresa per visitatori adulti:

 ADRIANO: L’IMPERATORE ARCHITETTO disponibile su richiesta tutto l’anno!

 

I romani costruirono anche il ponte dove mi trovo ora!

Si chiamava Ponte Elio, come Elio, il dio del Sole! È uno dei 4 antichi ponti di Roma ancora preservati!

Oggi si chiama Ponte Sant’Angelo, ed è decorato da bellissime statue di angeli scolpiti da Bernini e da altri scultori suoi allievi (ma le due statue originali del Bernini non sono qui, ma nella chiesa di Sant’Andrea delle Fratte!).

 

Gli ultimi imperatori romani trasformarono il mausoleo in una fortezza e dal Medioevo furono aggiunte ancora altre torri difensive.

Divenne un vero e proprio castello nel Rinascimento.

I papi costruirono l’appartamento per il castellano, custode del castello, e per loro stessi!

La residenza papale era decorata con bellissimi affreschi di grandi artisti, tra cui Perin del Vaga (allievo di Raffaello che dipinse con lui nelle stanze papali del Vaticano).

Molti papi amarono questo posto, era un luogo perfetto dove rilassarsi, vicino al fiume Tevere e con una splendida vista dalle terrazze panoramiche.

 

Ma era anche un rifugio!

I papi venivano qui in caso di attacco nemico!

Lo potevano raggiungere molto velocemente, grazie ad un passaggio protetto sulle mura leonine, il cosiddetto Passetto di Borgo, che collegava i palazzi vaticani al castello.

Famosa è la fuga di Papa Clemente VII nel 1527 durante il Sacco di Roma da parte dell’imperatore Carlo V! Le truppe dell’imperatore, tra cui i Lanzichenecchi, depredarono i Palazzi Vaticani lasciando numerose scritte contro il papa (oggi alcune sono ancora visibili alle Stanze di Raffaello!)

 

All’interno del castello possiamo ancora vedere i cannoni con le palle di cannone in pietra e altre armi e armature originali, alcune ritrovate proprio intorno al castello!

Tra queste furono trovati una spada e un fodero da pugnale appartenuti a dei Lanzichenecchi, testimonianza del lungo assedio al castello!

 

Sulla facciata ci sono però tracce di un’altra presa di Roma..

Si vedono gli stemmi dei papi cancellati!

Lo avevate mai notato?

Nel 1798 le truppe rivoluzionarie francesi occuparono Roma, presero il castello e per sfregio cancellarono gli stemmi e vestirono la statua dell’arcangelo Michele con i colori e cappello dei rivoluzionari!

Quiz della Piccola Clio

Castel Sant'Angeloe Roma!

Il vincitore è.. con il massimo dei punti!

I vostri punteggi sono stati aggiunti alla Classifica Generale dei Quiz!

Avete affrontato domande insidiose, con immagini e risposta multipla!

Ecco le risposte esatte e i tranelli svelati..!

Risposte del Quiz

1 - Iniziamo con una facile.. scegli l'arcangelo a cui è dedicato Castel Sant'Angelo!

Michele!

Bravissimi! E' lui infatti l'arcangelo raffigurato con la spada, capo delle milizie celesti e difensore di Dio (il suo nome vuol dire "chi è come Dio?", per ricordare a tutti che nessuno è come Dio).

 

2 - Ottimo! Le basi ci sono! Ora dimmi, come si chiamava l'edificio anticamente?

Sepulchrum Hadriani

Sì, gli antichi lo conoscevano con questo nome! Sepolcro ha lo stesso significato di mausoleo, nel senso di sepoltura.

 

3 - Benissimo.. e sapresti ricordare l'altro nome con cui è conosciuto?

Mole adriana o Mole di Adriano!

Questa era difficile.. Ma per chi vive a Roma un po' più semplice, perché il parco che si trova intorno a Castel Sant'Angelo si chiama così!

Era chiamata mole per la sua maestosità e grandezza!

 

4 - Molti imperatori furono sepolti lì. Ma prima in quale luogo venivano sepolti?

Mausoleo di Augusto

Bravi, molti di voi sono andati ad intuito!

Il primo grande mausoleo imperiale fu quello di Augusto, dove vennero sepolti anche gli imperatori successivi.. fino alla costruzione del Mausoleo di Adriano (che si ispirò nella struttura proprio al Mausoleo di Augusto).

 

5 - Ok.. ora andiamo avanti nel tempo! Cosa divenne poi il mausoleo? (Risposta multipla)

Fortezza, Residenza, Prigione

Una domanda a risposta multipla insidiosa.. perché tutte le risposte erano esatte!

Il Mausoleo di Adriano divenne tutto questo.. una fortezza, la residenza estiva o di rifugio dei papi, e anche la prigione destinata in particolare a nemici politici, spesso persone importanti e famose!

Tra questi lì furono imprigionati l'avventuriero Cagliostro e l'artista Benvenuto Cellini!

 

6 - Come si chiama l'evento dell'immagine precedente?

Girandola!

La Girandola di Castel Sant'Angelo era una festa di luci in occasione di particolari feste papali. Appuntamento fisso era la festa dei patroni di Roma, SS. Pietro e Paolo, il 29 giugno!

Ecco un altro dipinto conservato al Museo di Roma in Trastevere!

Ma che cos'era la girandola?

Una macchina pirotecnica che faceva dei fuochi di artificio bellissimi, che dipingevano nel cielo forme e colori strabilianti! Non per niente anche artisti famosi, come Michelangelo e Bernini, ne progettarono gli spettacoli!

 

7 - Ottimo! Finiamo in musica.. Quale opera lirica è ambientata nella sua parte finale a Castel Sant'Angelo?

Tosca!

Sì, proprio la Tosca di Giacomo Puccini! Nell'ultima parte dell'opera il pittore Cavaradossi, amante della cantante Tosca, viene giustiziato a Castel Sant'Angelo.

 

..Al prossimo quiz!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà visibile. I campi contrassegnati ("required") sono obbligatori.