Polish_20220605_154048476

Piazza di Trevi – Trevi

Piazza di Trevi

Missione n.4: Chi indica sulla Fontana di Trevi?

Scaricate la mappa (qui in fondo all’articolo): stampatela o salvatela sul vostro cellulare. FATTO!

Scegliete giorno e ora in cui andare e con chi andare (va bene anche in solitaria). FATTO!

Se prendete la macchina parcheggiate sul lungotevere altezza Isola Tiberina e raggiungete poi via del Tritone. OK!

Se prendete i mezzi arrivate a piazza Barberini (Metro A fermata Barberini). Scaricatevi Moovit se ancora non l’avete fatto.. YES!

E ORA.. PRONTI PARTENZA VIA!

Siamo abituati a pensare alla Fontana di Trevi come il luogo in cui gettare una monetina cercando la fortuna (o sperando di tornare presto a Roma). Ma nessuno penserebbe mai che INDICARE sarebbe l’azione più appropriata!

L’architetto Nicola Salvi che l’ha progettata nel ‘700 per i pontefici ha messo così tante simbologie che davvero si potrebbe stare ore a indicare, come in una caccia al dettaglio!

E sulla fontana c’è proprio chi indica.. una vergine, o ninfa di una sorgente!

La leggenda narrata dagli antichi Romani vuole proprio che sia stata una vergine misteriosa ad indicare il luogo dove cercare la sorgente di un’acqua purissima da convogliare a Roma. L’imperatore Augusto aveva incaricato il suo genero Agrippa (quello del Pantheon) di costruire un nuovo acquedotto.. e per il ritrovamento miracoloso della sorgente fu chiamato proprio Vergine!

L’architetto Salvi ha voluto ricordare sulla facciata le origini dell’acqua che alimenta la Fontana di Trevi: a sinistra c’è Agrippa e a destra la ninfa che indica il punto della sorgente.

Non lontano da qui si può visitare l’antico acquedotto Vergine costruito dai Romani nel sito archeologico del Vicus Caprarius o si possono vedere alcune delle sue arcate a via del Nazareno!

Sono tantissime le cascatelle alimentate dall’acqua Vergine nella fontana di Trevi!

E’ un vero e proprio trionfo dell’acqua e dell’ambiente naturale che grazie a lei cresce rigoglioso.. è tutto scolpito in pietra! Provate a cercare i giunchi nei pressi di una cascatella!

E un altro richiamo all’acqua è il grande vaso che si erge solitario sulla destra!

Nel pensiero dell’architetto doveva simboleggiare proprio l’azione dell’uomo di captazione delle acque e quasi come una grande cisterna sembra alimentare la fontanella degli innamorati che si trova in basso.

Dietro al vaso c’è però un’altra leggenda: si narra che il vaso sia stato messo proprio lì da Salvi per impedire la vista della fontana dal negozio di un barbiere che stanco dei lunghi lavori (ben 30 anni!) aveva criticato duramente l’operato dell’architetto!

Date un’occhiata qui sotto!

(Si vedono i due grandi rilievi della facciata con la vergine che indica e Agrippa che approva il progetto dell’acquedotto, e sotto a destra il grande vaso costruito davanti al negozio del barbiere!)

E ora vai con le mini missioni!

Mappa in mano, pronti a vivere i dintorni di Piazza di Trevi in 4 step!

Accumulate punti per ogni missione superata, condividendo le foto su instagram o altri social e taggando #stars4rome (non dimenticatelo!).

Ecco il percorso da Largo del Tritone!

(Se venite con i mezzi decidete voi da dove iniziare!)

VIA DEL NAZARENO

CONQUISTATE 1 STELLA: Fotografa le arcate antiche dell’acquedotto Vergine restaurato dall’imperatore Claudio. Sono più in basso rispetto al livello stradale attuale!

PUNTI EXTRA: Cerca intorno e fotografa la piccola porta di ingresso all’acquedotto.. tu ci entreresti come altezza? / Fotografa lo stemma papale dei Della Rovere con la tiara e le due chiavi incrociate e sotto l’albero di quercia!

PIAZZA DEI CROCIFERI

CONQUISTATE 1 STELLA: In origine la prima piccola fontanella di piazza di Trevi era in questa piazza (sul lato del Palazzo Poli, quello della Fontana di Trevi) ed anche la piazza era qui! Si chiama Trevi perché era all’incrocio di tre strade.. le vedete? Fotografate la piazza e il bivio, anzi trivio!

PUNTI EXTRA: Il nome odierno della piazza viene dall’ordine medievale dei Crociferi a cui era affidata la chiesa della piazza e un ospedale annesso.. fotografa la targa della chiesa con scritto ORDO CRUCIFERORUM! / La chiesa è intitolata alla Vergine Maria e si chiama S. Maria in Trivio! Ma la chiesa iniziale era antichissima, costruita nel VI secolo da un generale.. trova il nome scritto sull’altra targa e fotografalo! E’ il nome scritto prima di CONSTRUCTAM..

Andate a piazza di Trevi per trovare i tanti dettagli della fontana di Trevi!

Provate a trovare anche la frattura di un terremoto riprodotta dall’architetto sul lato destro..

GALLERIA SCIARRA

CONQUISTATE 1 STELLA: Non lontano dalla Fontana di Trevi c’è una meraviglia nascosta.. una galleria in stile liberty di fine ‘800! Entrate negli orari di apertura all’interno e fotografate la volta in vetro!

PUNTI EXTRA: La Galleria Sciarra fu voluta dal principe Maffeo Barberini Colonna Sciarra nel suo palazzo e progettata dall’architetto Giulio De Angelis (quello della Rinascente di via del Corso, oggi Zara). Si ispirò al liberty inglese, trova la scritta TO THE ENGLISH FASHION! / La decorazione ad encausto delle pareti è un omaggio alla donna e alle sue virtù! Trova la virtù DOMINA, cioè signora della casa / Trova e fotografa lo stemma del principe Sciarra con le sue iniziali MS!

TERRAZZA DEL QUIRINALE

CONQUISTATE 1 STELLA: Siamo ai piedi del colle Quirinale e via della Dataria è la strada che porta alla terrazza del Quirinale, che è davanti all’ingresso del palazzo del Presidente della Repubblica! Fotografa la via che sale!

PUNTI EXTRA: All’incrocio con via dell’Umiltà e via di S. Vincenzo c’è una bellissima edicola, non una semplice madonnella di strada.. è dipinta la scena della Natività! Fotografala! / Sali le scale che in fondo a via della Dataria portano alla terrazza e da lì cerca la cupola di San Pietro e fotografala!

Per scaricare la mappa e scoprire le altre missioni:

Stars4Rome – Storikamente Roma

Polish_20220505_003840729

Piazza del Popolo – Campo Marzio

Piazza del Popolo

Missione n.3: Corse di cavalli a piazza del Popolo!

Scaricate la mappa (qui in fondo all’articolo): stampatela o salvatela sul vostro cellulare. FATTO!

Scegliete giorno e ora in cui andare e con chi andare (va bene anche in solitaria). FATTO!

Se prendete la macchina parcheggiate nella strada segnata con P sulla mappa (lungotevere in Augusta). OK!

Se prendete i mezzi arrivate a piazzale Flaminio (Metro A fermata Flaminio). Scaricatevi Moovit se ancora non l’avete fatto.. YES!

E ORA.. PRONTI PARTENZA VIA!

A Piazza del Popolo guardare l’obelisco al centro della piazza vuol dire immaginare cavalli in corsa.. Vi domandate perché?

Per due riferimenti storici: le corse di bighe e quadrighe al Circo Massimo al tempo degli antichi romani e la corsa dei cavalli barberi (o berberi) senza fantino al tempo dei papi.

La corsa dei cavalli barberi, provenienti da una zona dell’Africa detta Barberia, partiva proprio da piazza del Popolo e terminava a piazza Venezia, e per questo motivo l’antica via Lata che congiunge le due piazze fu chiamata via del Corso! Per ben quattro secoli, dal ‘400 fino a subito dopo l’Unità d’Italia, la corsa dei barberi fu la manifestazione di punta del Carnevale romano.

Qui a piazza del Popolo si costruivano delle tribune per gli spettatori che assistevano alla partenza dei cavalli dall’obelisco!
La corsa delle bighe e quadrighe, invece, non avveniva in questa piazza ma avveniva proprio attorno a questo obelisco!

Questo obelisco, chiamato successivamente obelisco Flaminio, fu portato da Augusto a Roma nel 10 a.C. dall’Egitto per decorare il Circo Massimo. I carri dovevano girare intorno alla spina centrale in cui si trovava l’obelisco per 7 volte per concludere la gara. L’obelisco è molto antico, si trovava nel tempio del dio egizio Ra ad Eliopoli e fu fatto realizzare da Seti I e il figlio Ramses II nel 1300 circa a.C.

E in effetti da questa prospettiva sembra di rivedere la curva del circo.. ma in realtà è opera dell’architetto Valadier nell’800, che risistemò la piazza a forma di ellisse e creando la passeggiata del Pincio con una scenografia spettacolare: la dea Roma e alle sue spalle la terrazza panoramica!

Date un’occhiata qui sotto!

(In alto a destra una ricostruzione di Circo Massimo con l’obelisco, in basso a destra un dipinto che raffigura la partenza dei cavalli berberi da piazza del Popolo)

E ora vai con le mini missioni!

Mappa in mano, pronti a vivere i dintorni di Piazza del Popolo in 4 step!

Accumulate punti per ogni missione superata, condividendo le foto su instagram o altri social e taggando #stars4rome (non dimenticatelo!).

Ecco il percorso se venite dal parcheggio segnato in mappa!

(Se venite con i mezzi decidete voi da dove iniziare!)

CHIESE GEMELLE

CONQUISTATE 1 STELLA: Fotografate le due chiese dette gemelle in due angolazioni diverse: in una in cui sembrano identiche, in un’altra in cui si notano le differenze! Un esempio? La pianta delle due chiese è differente, S. Maria di Montesanto (a sinistra) è ellittica, S. Maria dei Miracoli (a destra) circolare. Le due cupole sono diverse (quella di sinistra a dodici spicchi e quella di destra a otto spicchi).. e anche i due campanili sono diversi!

PUNTI EXTRA: Trovate il nome del cardinale GASTALDUS scritto su entrambe le chiese e fotografatelo! (grazie a lui furono costruite entrambe le chiese a distanza di una decina di anni) / La chiesa di sinistra, S. Maria in Montesanto, è chiamata chiesa degli artisti! Fate una foto artistica a un dettaglio della chiesa!

Andate al centro di piazza del Popolo ad ammirare l’obelisco alto 23 metri!

PORTA FLAMINIA

CONQUISTATE 1 STELLA: Attraversate porta del Popolo, l’antica Porta Flaminia delle mura aureliane ricostruita nel ‘500. Scattate una foto inquadrando l’arco della porta, l’obelisco e le chiese gemelle!

PUNTI EXTRA: La porta esterna ha 4 colonne provenienti dall’antica S. Pietro, ma le statue di S. Pietro e Paolo sono del ‘600 dell’artista Mochi.. fatevi un selfie imitando una delle due statue! / La porta interna invece fu ricostruita da Bernini per papa Alessandro VII nel ‘600.. fotografate le 7 colline sormontate da una stella simbolo della famiglia del papa, i Chigi!

S. MARIA DEL POPOLO

CONQUISTATE 1 STELLA: Dentro S. Maria del Popolo ci sono dei capolavori indiscussi dell’arte.. entrate dentro e in fondo a sinistra dopo il transetto troverete la Cappella Cerasi con due capolavori di Caravaggio che raffigurano la Crocifissione di S. Pietro e la Conversione di S. Paolo.. fotografate il vostro preferito!

PUNTI EXTRA: Nella seconda cappella a sinistra ci sono due opere del Bernini.. cercate il profeta Abacuc con l’angelo e fotografatelo! / La chiesa di S. Maria del Popolo si chiama così perché fu costruita a spese del popolo romano in devozione alla Madonna. Fu ricostruita però nel ‘400 per volere di papa Sisto IV della Rovere.. trovate lo stemma della sua famiglia con un albero di quercia sulla facciata della chiesa! / Una delle caratteristiche di questa chiesa è il campanile quattrocentesco in stile lombardo.. scattategli una foto dal centro della piazza!

TERRAZZA DEL PINCIO

CONQUISTATE 1 STELLA: Il momento migliore per godere del panorama dalla terrazza del Pincio è il tramonto! Scattate una foto al tramonto con sullo sfondo il cupolone!

PUNTI EXTRA: Prima di salire sulla terrazza dalla piazza scattate una foto alla dea Roma con la lupa con Romolo e Remo, ai piedi del Pincio! / Da qui la vista sulla piazza è completa! Scattate una foto dell’ellisse con l’obelisco al centro! / A pochi passi dal piazzale immerso nel parco del Pincio si trova un altro obelisco antico, fatto realizzare dall’imperatore romano Adriano per il suo amato Antinoo.. cercatelo e fotografatelo!

Per scaricare la mappa e scoprire le altre missioni:

Stars4Rome – Storikamente Roma

Polish_20220404_161636794

Piazza S. Maria in Trastevere – Trastevere

Santa Maria in Trastevere

Missione n. 2: L’olio di S. Maria in Trastevere!

Scaricate la mappa (qui in fondo all’articolo): stampatela o salvatela sul vostro cellulare. FATTO!

Scegliete giorno e ora in cui andare e con chi andare (va bene anche in solitaria). FATTO!

Se prendete la macchina parcheggiate nella strada segnata con P sulla mappa (lungotevere Raffaello Sanzio). OK!

Se prendete i mezzi arrivate a largo di Torre Argentina o viale Trastevere o all’isola Tiberina. Scaricatevi Moovit se ancora non l’avete fatto.. YES!

E ORA.. PRONTI PARTENZA VIA!

Sono davanti alla chiesa di Santa Maria in Trastevere nel cuore del rione Trastevere.. indovinate, cosa sto facendo??

Tranquilli, non sto versando davvero dell’olio.. non voglio ritrovarmi nella situazione di Leo nel film Un sacco bello di Verdone!

Voglio solo raccontarvi che proprio in questo punto di Roma ben 2.000 anni fa (nel 38 a.C.) è sgorgato un olio minerale (forse petrolio?) dal terreno!

Niente di particolarmente strano a detta dei geologi, ma i cristiani successivamente collegarono questo evento alla nascita di Gesù avvenuta pochi anni dopo nella Giudea. L’olio era un segno miracoloso che avveniva in questa città perché futura sede di Pietro, apostolo di Gesù e primo vescovo di Roma..

E perché l’olio doveva essere un segno della nascita di Gesù?

Perché Gesù è chiamato dai cristiani l’unto del Signore, che vuol dire Messia e Salvatore dell’umanità!

Ecco perché nel III secolo d.C. i cristiani chiesero all’imperatore Alessandro Severo di poter avere questo luogo, occupato a quel tempo da un albergo con osteria (la taberna meritoria per i veterani dell’esercito romano), per costruire un luogo di culto.

Nella chiesa c’è ancora il luogo dove secondo la tradizione uscì l’olio dal terreno (fons olei) e nei mosaici dell’abside fatti da Cavallini alla fine del ‘200 c’è la fons olei (un fiumiciattolo di olio scuro come petrolio) rappresentata sotto la scena della nascita di Gesù!

Date un’occhiata qui sotto!

E ora vai con le mini missioni!

Mappa in mano, pronti a vivere i dintorni di piazza di S. Maria in Trastevere in 4 step!

Accumulate punti per ogni missione superata, condividendo le foto su instagram o altri social e taggando #stars4rome (non dimenticatelo!).

Ecco il percorso se venite dal parcheggio segnato in mappa!

(Se venite con i mezzi decidete voi da dove iniziare!)

Venendo dal parcheggio passate per via della Renella per ammirare il leone dello street artist Maupal, con la scritta TRUST EVER!

PIAZZA APOLLONIA

CONQUISTATE 1 STELLA: Cercate le opere degli street artist sul muro di via della Lungaretta e fotografate quella che vi colpisce di più! (Occhio che alcune possono essere immagini forti o fortemente satiriche..)

PUNTI EXTRA: Fatevi un selfie con la Sora Lella con la S di supergirl, opera delle street artist LeDiesis (è su vicolo di S. Maria in Trastevere, girando l’angolo) / Fotografate l’altro muro occupato dagli stickers di street art proseguendo su via della Lungaretta (oltre piazza S. Maria in Trastevere)

Andate a piazza di Santa Maria in Trastevere nel luogo della fons olei!

VICOLO DEL BOLOGNA

CONQUISTATE 1 STELLA: Scattate la foto della Madonnella che nel 1796 è stata vista muovere gli occhi.. a Roma sono diverse le madonnelle di strada di cui si narra lo stesso evento prodigioso negli stessi anni (secondo l’opinione del popolo presagivano l’occupazione francese di Roma avvenuta due anni dopo..)

PUNTI EXTRA: Fotografate l’altra madonnella di strada dentro una cornice (è poco più avanti nel vicolo) / Cercate e fotografate un fregio antico incastonato in un palazzo nello stesso vicolo.. non ci sono solo madonnelle sui palazzi!

PORTA SETTIMIANA

CONQUISTATE 1 STELLA: Porta Settimiana è una delle tre antiche porte trasteverine delle mura aureliane.. fu costruita da Settimio Severo (da cui prende il nome), ma ricostruita da Alessandro VI nel ‘400.. fatevi un selfie sotto l’arco!

PUNTI EXTRA: Davanti a Porta Settimiana è stata girata la scena di Un sacco bello di Verdone in cui Leo rompe la bottiglia di olio.. fotografate la targa per terra messa dal comune di Roma! / Fotografate i merli a coda di rondine della porta!

VICOLO MORONI

CONQUISTATE 1 STELLA: Cercate e fotografate il rudere di una torre delle antiche mura aureliane.. è in fondo a un vicolo cieco (un vicolo del vicolo Moroni!)

PUNTI EXTRA: Cercate e fotografate Monica Vitti come supergirl, altra opera delle street artist LeDiesis! / Fotografate il multisala che oggi si trova nel luogo dell’ottocentesco Nuovo Politeama Romano!

Per scaricare la mappa e scoprire le altre missioni:

Stars4Rome – Storikamente Roma

Pza Venezia 1

Piazza Venezia – Campitelli

Altare della Patria

Primo appuntamento delle Stars4Rome: Piazza Venezia nel Rione Campitelli!

Scaricate la mappa (qui in fondo all’articolo): stampatela o salvatela sul vostro cellulare. FATTO!

Scegliete giorno e ora in cui andare e con chi andare (va bene anche in solitaria). FATTO!

Se prendete la macchina parcheggiate nella strada segnata con P sulla mappa (vico Jugario o via della Consolazione): si raggiunge facilmente passando per il Circo Massimo o Foro Boario (Bocca della Verità per intenderci). OK!

Se prendete i mezzi scendete a Piazza Venezia o al Colosseo o al Teatro di Marcello. Scaricatevi Moovit se ancora non l’avete fatto.. YES!

E ORA.. PRONTI PARTENZA VIA!

La foto qui sopra l’ho scattata dal centro di piazza Venezia dove ci sono le aiuole!

Bravissimi, è l’Altare della Patria, detto Vittoriano, detto la macchina da scrivere, detto la torta nuziale.. mi fermo qui! (..ma se volete trovategli un altro soprannome!).

Fu inaugurato nel 1911 come grandioso monumento per celebrare il primo re d’Italia: Vittorio Emanuele II! (Mussolini non era ancora primo ministro a quel tempo, non è quindi un monumento fascista non credete alle voci che girano..)

Nella foto sto tenendo tra le dita proprio la sua immensa statua bronzea a cavallo..

Ma forse non sapete che è più grande di quanto non sembri.. solo con il cavallo e re è alta 12 metri e lunga 10 metri! Si dice infatti che solo i baffi del re siano alti come una persona!

Nella pancia del cavallo fu allestito un banchetto a cui parteciparono tutti quelli coinvolti nel suo progetto, una ventina di persone!! E un’altra decina di persone brindarono nella pancia del cavallo proprio a piazza Venezia prima che fosse trasportata sul monumento.

Date un’occhiata qui sotto!

E ora vai con le mini missioni!

Mappa in mano, pronti a vivere i dintorni di piazza Venezia in 4 step!

Accumulate punti per ogni missione superata, condividendo le foto su instagram o altri social e taggando #stars4rome (non dimenticatelo!).

Ecco il percorso se venite dal parcheggio segnato in mappa!

(Se venite con i mezzi decidete voi da dove iniziare!)

LA TERRAZZA PANORAMICA SUL FORO ROMANO

CONQUISTATE 1 STELLA: Scatenatevi in selfie, foto artistiche, foto buffe con i gabbiani che vi sfiorano sulla testa.. o per i più temerari venite qui all’alba, per delle foto da lasciare senza fiato!

PUNTI EXTRA: Fotografate il basolato romano che è proprio lì (andando verso piazza del Campidoglio) / Fotografate la stella nello stemma papale di Clemente XI (è su un muro lì vicino)

PIAZZA DEL CAMPIDOGLIO

CONQUISTATE 1 STELLA: Scattate la foto del disegno sul pavimento della piazza ideato da Michelangelo.. è anche sulla nostra moneta da 50 centesimi di euro!

PUNTI EXTRA: Fotografate le ombre dei cavalli di Castore e Polluce al tramonto / Non vi fate sfuggire la statua di Cola di Rienzo, romano del ‘300 che ha cercato di riportare Roma agli splendori antichi (povero, oggi è pure senza targa) / Fotografate le stelle su Palazzo Senatorio (dove oggi è il sindaco di Roma)

Oh.. a proposito, guardate la copia della statua di Marco Aurelio al centro della piazza (l’originale è oggi dentro i Musei Capitolini). Indovinate? Si sono ispirati a lei per la statua di re Vittorio Emanuele II..

Andate a piazza Venezia per ammirare la statua del primo re d’Italia!

CORTILE INTERNO DI PALAZZO VENEZIA

CONQUISTATE 1 STELLA: Cercate la fontana dedicata a Venezia nel cortile interno (il portone chiude alle 19 non fate tardi!).. troverete una statua al centro con in mano un anello, era quello lanciato dal doge che sanciva il matrimonio tra la città di Venezia e il mare!

PUNTI EXTRA: Fotografate Madama Lucrezia, la gigantesca statua di donna che è davanti all’ingresso del cortile (è una delle statue parlanti di Roma, su cui in passato attaccavano battute satiriche contro il potere di papa e re!) / Trovate lo stemma e il nome in latino di papa Paolo II, che era veneziano e costruì Palazzo Venezia nel ‘400 / Fotografate la fontana rionale con la pigna che ci ricorda che siamo al confine con il rione Pigna

SCALINATA DELL’ARACOELI

CONQUISTATE 1 STELLA: Pochi minuti prima del tramonto salite la scalinata dell’Aracoeli con i suoi 124 scalini! (Fu costruita nel 1348 per festeggiare la fine di una pestilenza, e Cola di Rienzo fu forse il primo a salirvi) Appena in cima sedetevi sull’ultimo scalino e godetevi gli ultimi raggi del sole sul panorama delle cupole romane!

PUNTI EXTRA: Indovinate dove sta il cupolone, la cupola di San Pietro / Entrate nella basilica dell’Aracoeli e cercate una Madonna con Bambino dipinta su una colonna / Cercate la porta secondaria sul lato destro all’interno della basilica, vi troverete affianco a piazza del Campidoglio, senza dover fare tutto il giro!

Per scaricare la mappa e scoprire le altre missioni:

Stars4Rome – Storikamente Roma