Piccola-Clio-Musei-Vaticani

Vaticani che collezione!

Ciao a tutti!

Sono nel museo di Roma più famoso al mondo!

I Musei Vaticani!

È un museo davvero grande di Roma, con numerose e diverse collezioni.. Il museo egizio, etrusco, cristiano, etnologico, numismatico, la pinacoteca per dirne alcuni.. senza dimenticare il suo scrigno più importante, la Cappella Sistina, affrescata dai grandi della pittura italiana tra cui Michelangelo!

Ma mi raccomando non vi sbagliate.. a dirla tutta non è affatto un museo italiano.. è nel territorio di un altro stato, Città del Vaticano, il più piccolo stato al mondo, di soli 44 ettari di estensione!

I Musei Vaticani si trovano nei palazzi vaticani dove molti papi abitarono in passato!

I papi provenivano spesso da famiglie nobili e ricche, e possedevano grandi proprietà a Roma come in altre città. Sul colle Vaticano, vicino alla Basilica di San Pietro, avevano costruito nel tempo estesi palazzi. Sisto IV alla fine del ‘400 ricostruì una cappella annessa ai palazzi e così nacque la bellissima Cappella Sistina!

Nel ‘700 due papi, Clemente XIV e Pio VI, decisero di trasformare parte dei palazzi vaticani in un museo pubblico!

Volevano mostrare a tutti le incredibili collezioni che erano di proprietà dei papi da diversi secoli: statue antiche, dipinti, arazzi, mosaici e altri bellissimi oggetti acquistati o a loro regalati da nobili e sovrani di altri stati!

Guardate dove mi trovo!

Sono nella galleria chiamata Braccio Nuovo!

Uno dei più recenti edifici aggiunti ai Musei Vaticani, costruito da Stern e Canova nell’800 dopo la sconfitta di Napoleone e il ritorno di papa Pio VII dall’esilio forzato.

E il papa non fu il solo a ritornare in quegli anni.. centinaia di statue antiche, dipinti del Rinascimento e capolavori del passato tornarono a Roma, da dove erano stati in precedenza prelevati dalle autorità francesi per volontà di Napoleone.

Questo luogo fu costruito proprio per dare il bentornato a queste opere!

Ed è meraviglioso oggi immergersi in tanta bellezza ritrovata!

Guardate intorno a me quanti dettagli!

Sulle pareti ci sono copie di antichi bassorilievi, sul soffitto decorazioni e lucernari da cui entra la luce del sole, sul pavimento antichi mosaici, e all’interno di nicchie lungo le pareti antiche statue!

Le mie preferite qui sono tre!

Una bellissima statua romana del dio Nilo con 16 neonati e grano ovunque, a simboleggiare la fertilità delle terre periodicamente inondate dalle piene del fiume egizio.

Poi una coppia antica di pavoni in bronzo dorato dal Mausoleo di Adriano (oggi Castel Sant’Angelo, ricordate?).

E infine la statua più famosa e più letta sui libri di scuola.. l’Augusto detto di Prima Porta, il primo imperatore romano! Ricordate perché è tanto studiata? Per le tracce di pittura antica ritrovate sulla sua superficie di marmo bianco!

Il viaggio nei Musei Vaticani è una scoperta che non ha mai fine..

Se volete scoprirli con Simona e Maria Teresa ecco le loro visite guidate su richiesta!

MUSEI VATICANI – Storikamente Roma

I CAPOLAVORI DEI MUSEI VATICANI

Quiz per tutte le età

Il vincitore è.. PANE con il massimo dei punti!

I vostri punteggi sono stati aggiunti alla Classifica Generale!

Avete affrontato domande insidiose con immagini!

Ecco le risposte esatte e i tranelli svelati..!

Risposte del Quiz

1 – La statua dell’immagine precedente è su tutti i libri di scuola. Come si chiama?

Laocoonte!

Ottimo! A scuola siete stati attenti nelle ore di arte! Famosa opera degli scultori di Rodi Agesandros, Athanodoros e Polydoros, forse una copia marmorea romana del I secolo a.C.

Famoso fu il suo ritrovamento sul colle Oppio nel ‘500!

2 – Ottimo.. Ora trova l’Apollo del Belvedere!

Risposta C

Bravissimi, non vi siete lasciati confondere da altri capolavori dei Musei Vaticani: il Torso del Belvedere, l’Hermes del Belvedere e l’Antinoo della Sala Rotonda.

3 – Bene! Ora indovina qual è l’Augusto di Prima Porta.. (Lo vedi nelle vesti di comandante..)

Risposta B

Si proprio lui! Mentre l’altro era l’Augusto di via Labicana nelle vesti di sacerdote, pontefice massimo, conservato al Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo alle Terme.

4 – Chi è l’autore del dipinto dell’immagine precedente?

Raffaello

Anche questa è un’opera molto studiata sui banchi di scuola, conservata nella Pinacoteca Vaticana!

5 – Una facile facile.. Quale di questi è parte del Giudizio Universale? Il secondo lavoro di Michelangelo nella cappella..

Risposta B

Si proprio loro, gli angeli dell’Apocalisse! Mentre gli altri due erano tratti dalle storie di Mosè, La Punizione dei Ribelli di Botticelli e La Disputa sul corpo di Mosè di Signorelli.

6 – Il suo primo lavoro in cappella è invece la volta, famosa per..

La Creazione di Adamo

Ottimo, molti di voi la ricordavano bene.. sono le due mani del Creatore e di Adamo che ancora non si toccano al centro della scena a renderla così famosa!

7 – Concludiamo con le storie di Gesù alle pareti della cappella! Trova l’opera di Botticelli..

Risposta C

Bravi, Le Tentazioni di Cristo di Botticelli!

Questa era insidiosa, ma guardate attentamente.. si vede la donna sulla destra che è inconfondibilmente botticelliana, quasi sembra staccarsi dal fondo, con il vestito mosso da un vento invisibile, un tratto caratteristico dell’artista.

Le altre due erano La Consegna delle chiavi del Perugino e Il Passaggio del Mar Rosso del Rosselli.

..Al prossimo quiz!

Piccola-Clio-CastelSantange

Non solo Castello!

Ciao a tutti!

Eccomi davanti al castello di Roma, Castel Sant’Angelo!

Castel Sant’Angelo è uno dei musei di Roma con una storia incredibile e davvero lunga!
Il castello fu dedicato all’Arcangelo Michele perché secondo una leggenda nel Medioevo apparve su di esso per porre fine a una pestilenza.

Oggi possiamo ancora vedere in cima una statua dell’arcangelo nel gesto di rinfoderare la sua spada. Che la sua presenza lassù sia di buon auspicio anche per la pandemia in atto (al tempo di questo articolo)..

Il castello fu costruito su un edificio preesistente del II secolo, un mausoleo e precisamente la tomba monumentale dell’imperatore Adriano!

Dopo di lui anche altri imperatori romani furono sepolti qui.

All’interno possiamo visitare la stanza delle urne, il luogo dove le ceneri degli imperatori erano conservate in sarcofagi o urne (oggi la stanza è vuota!).

Il mausoleo era un edificio circolare su un basamento quadrato, e in cima c’erano gli alberi e una statua in bronzo dorato che rappresentava l’imperatore sul carro del dio Elio, raffigurato come il dio. Era anche il simbolico momento in cui l’imperatore saliva verso il cielo dopo la sua morte, ossia la sua divinizzazione e trasformazione in una stella.

Per approfondire l’aspetto architettonico e storico del mausoleo c’è la passeggiata ad hoc proposta da Maria Teresa per visitatori adulti:

 ADRIANO: L’IMPERATORE ARCHITETTO disponibile su richiesta tutto l’anno!

I romani costruirono anche il ponte dove mi trovo ora!

Si chiamava Ponte Elio, come Elio, il dio del Sole! È uno dei 4 antichi ponti di Roma ancora preservati!

Oggi si chiama Ponte Sant’Angelo, ed è decorato da bellissime statue di angeli scolpiti da Bernini e da altri scultori suoi allievi (ma le due statue originali del Bernini non sono qui, ma nella chiesa di Sant’Andrea delle Fratte!).

Gli ultimi imperatori romani trasformarono il mausoleo in una fortezza e dal Medioevo furono aggiunte ancora altre torri difensive.

Divenne un vero e proprio castello nel Rinascimento.

I papi costruirono l’appartamento per il castellano, custode del castello, e per loro stessi!

La residenza papale era decorata con bellissimi affreschi di grandi artisti, tra cui Perin del Vaga (allievo di Raffaello che dipinse con lui nelle stanze papali del Vaticano).

Molti papi amarono questo posto, era un luogo perfetto dove rilassarsi, vicino al fiume Tevere e con una splendida vista dalle terrazze panoramiche.

Ma era anche un rifugio!

I papi venivano qui in caso di attacco nemico!

Lo potevano raggiungere molto velocemente, grazie ad un passaggio protetto sulle mura leonine, il cosiddetto Passetto di Borgo, che collegava i palazzi vaticani al castello.

Famosa è la fuga di Papa Clemente VII nel 1527 durante il Sacco di Roma da parte dell’imperatore Carlo V! Le truppe dell’imperatore, tra cui i Lanzichenecchi, depredarono i Palazzi Vaticani lasciando numerose scritte contro il papa (oggi alcune sono ancora visibili alle Stanze di Raffaello!)

All’interno del castello possiamo ancora vedere i cannoni con le palle di cannone in pietra e altre armi e armature originali, alcune ritrovate proprio intorno al castello!

Tra queste furono trovati una spada e un fodero da pugnale appartenuti a dei Lanzichenecchi, testimonianza del lungo assedio al castello!

Sulla facciata ci sono però tracce di un’altra presa di Roma..

Si vedono gli stemmi dei papi cancellati!

Lo avevate mai notato?

Nel 1798 le truppe rivoluzionarie francesi occuparono Roma, presero il castello e per sfregio cancellarono gli stemmi e vestirono la statua dell’arcangelo Michele con i colori e cappello dei rivoluzionari!


Quiz della Piccola Clio

Castel Sant’Angelo e Roma!

per tutte le età

Il vincitore è.. FRARCH con il massimo dei punti!

I vostri punteggi sono stati aggiunti alla Classifica Generale dei Quiz!

Avete affrontato domande insidiose, con immagini e risposta multipla!

Ecco le risposte esatte e i tranelli svelati..!

Risposte del Quiz

1 – Iniziamo con una facile.. scegli l’arcangelo a cui è dedicato Castel Sant’Angelo!

Michele!

Bravissimi! E’ lui infatti l’arcangelo raffigurato con la spada, capo delle milizie celesti e difensore di Dio (il suo nome vuol dire “chi è come Dio?”, per ricordare a tutti che nessuno è come Dio).

2 – Ottimo! Le basi ci sono! Ora dimmi, come si chiamava l’edificio anticamente?

Sepulchrum Hadriani

Sì, gli antichi lo conoscevano con questo nome! Sepolcro ha lo stesso significato di mausoleo, nel senso di sepoltura.

3 – Benissimo.. e sapresti ricordare l’altro nome con cui è conosciuto?

Mole adriana o Mole di Adriano!

Questa era difficile.. Ma per chi vive a Roma un po’ più semplice, perché il parco che si trova intorno a Castel Sant’Angelo si chiama così!

Era chiamata mole per la sua maestosità e grandezza!

4 – Molti imperatori furono sepolti lì. Ma prima in quale luogo venivano sepolti?

Mausoleo di Augusto

Bravi, molti di voi sono andati ad intuito!

Il primo grande mausoleo imperiale fu quello di Augusto, dove vennero sepolti anche gli imperatori successivi.. fino alla costruzione del Mausoleo di Adriano (che si ispirò nella struttura proprio al Mausoleo di Augusto).

5 – Ok.. ora andiamo avanti nel tempo! Cosa divenne poi il mausoleo? (Risposta multipla)

Fortezza, Residenza, Prigione

Una domanda a risposta multipla insidiosa.. perché tutte le risposte erano esatte!

Il Mausoleo di Adriano divenne tutto questo.. una fortezza, la residenza estiva o di rifugio dei papi, e anche la prigione destinata in particolare a nemici politici, spesso persone importanti e famose!

Tra questi lì furono imprigionati l’avventuriero Cagliostro e l’artista Benvenuto Cellini!

6 – Come si chiama l’evento dell’immagine precedente?

Girandola!

La Girandola di Castel Sant’Angelo era una festa di luci in occasione di particolari feste papali. Appuntamento fisso era la festa dei patroni di Roma, SS. Pietro e Paolo, il 29 giugno!

Ecco un altro dipinto conservato al Museo di Roma in Trastevere!

Ma che cos’era la girandola?

Una macchina pirotecnica che faceva dei fuochi di artificio bellissimi, che dipingevano nel cielo forme e colori strabilianti! Non per niente anche artisti famosi, come Michelangelo e Bernini, ne progettarono gli spettacoli!

7 – Ottimo! Finiamo in musica.. Quale opera lirica è ambientata nella sua parte finale a Castel Sant’Angelo?

Tosca!

Sì, proprio la Tosca di Giacomo Puccini! Nell’ultima parte dell’opera il pittore Cavaradossi, amante della cantante Tosca, viene giustiziato a Castel Sant’Angelo.

..Al prossimo quiz!

Piccola-Clio-Musei-Capitoli

Costantino detto il Grande

Ciao dai Musei Capitolini!

Sono davanti alla mia statua antica preferita qui a Roma!
È la statua colossale di Costantino, imperatore romano dal 306 al 337 d.C. Si trova nel cortile del Palazzo dei Conservatori ai MUSEI CAPITOLINI, uno dei luoghi delle Visite Guidate per Bambini di Simona!

Fu trovata circa 500 anni fa nel Foro Romano!

Sì, in un enorme edificio, chiamato basilica (basilica di Massenzio o Costantino), che veniva usato dagli antichi romani come mercato al coperto o come tribunale.

Questa statua infatti rappresenta l’imperatore Costantino in modo davvero imponente, proprio come patrono della Giustizia, seduto in trono!

La statua fu trovata rotta in tanti pezzi di marmo..

Riuscite a riconoscere le parti del corpo che sono qui dietro?

Sono davvero enormi.. Guardate la vena del braccio! La testa è alta come un adulto!

E che occhi grandi.. Costantino era raffigurato sempre così, e con un bel naso aquilino.. non è difficile riconoscerlo nei musei!

Invece il busto della grande statua non si è conservato, forse perché era in legno e ricoperto in bronzo che fu poi fuso.

Ma i pezzi mancanti sono spesso nei magazzini o sale dei musei per anni prima di essere individuati!

Gli studiosi si divertono a fare la caccia ai pezzi mancanti guardando nei musei di tutto il mondo! Avete sentito del dito ritrovato al Louvre di Parigi? Apparteneva a una statua di Costantino, questa volta di bronzo, che si trova sempre qui ai Capitolini![Ecco la notizia: Roma Capitale | Sito Istituzionale | Colosso di Costantino, ricomposta la mano con dito della collezione Campana del Louvre (comune.roma.it) oppure Il frammento ritrovato | Musei Capitolini]

L’imperatore Costantino era chiamato il Grande ma anche il Liberatore di Roma dal Senato e Popolo di Roma, perché vinse la guerra (civile, eh) contro l’altro imperatore romano, Massenzio.

Secondo una leggenda, prima della battaglia di Ponte Milvio, Gesù Cristo in un’apparizione promise la vittoria a Costantino, a condizione che ci fosse stato il simbolo della croce sugli scudi dei soldati.. E così vinse!

Si convertì alla religione dei cristiani e divenne il primo imperatore considerato cristiano della storia!

Ma all’inizio per Costantino Gesù era solo uno dei tanti dei a cui essere devoto.. un dio che gli aveva portato davvero tanta fortuna!

Quiz della Piccola Clio

Gli dèi degli Antichi Romani

PER TUTTE LE ETà

Il vincitore è.. ZWARYA con il massimo dei punti!

I vostri punteggi sono stati aggiunti alla Classifica Generale dei Quiz!

Avete affrontato domande insidiose e con risposta multipla!

Ecco le risposte esatte e i tranelli svelati..!

Risposte del Quiz

2A – Al tempo di Costantino erano tante le divinità venerate a Roma. Quale dio era detto Ottimo Massimo Capitolino?

Giove!

Il Tempio Capitolino detto Aedes Iovis Optimi Maximi Capitolini era dedicato alla triade capitolina tra cui Giove, il padre degli dei!

2B – OK, e oltre a lui quali erano le altre dee della Triade Capitolina?
(Risposta multipla)

Giunone e Minerva!

Che erano la sposa di Giove e la figlia (di Giove e Meti un’Oceanina) nata dalla testa del padre già armata di tutto punto!

2C – Qual è l’altro nome usato oggi per il Colle Capitolino?

Bravissimi, il Campidoglio

Viene dal latino Capitolium, e oggi molti luoghi di rappresentanza politica si chiamano così, a ricordo del Comune della città di Roma insediatosi qui fin dal Medioevo. [Anche negli USA la sede del Congresso degli Stati Uniti è chiamata Capitol Hill]

2D – Vicino alla Basilica di Massenzio o Costantino c’è il tempio di due dee protettrici di Roma. Quali sono? (Risposta multipla)
(Una delle due era madre di Enea..)

La dea Venere, secondo la leggenda amante di Anchise e madre di Enea, e la dea Roma, protettrice della città di Roma (simile a Minerva protettrice invece di Atene).

2E – Quale dio era il padre del fondatore di Roma?

Marte!

Padre di Romolo e Remo, i due gemelli avuti dalla vestale Rea Silvia. Secondo la leggenda fu Romolo il fondatore della città di Roma![Marte era padre di Romolo che a sua volta era discendente di Enea, figlio di Venere.. e Marte e Venere erano amanti! E pensare che l’anagramma di Roma è proprio AMOR! Lo sapevate?]

2F – Ci siamo quasi! Torniamo a Costantino.. Era molto devoto al dio Sole Invitto. Quali altri dei erano associati al sole? (Risposta multipla)

ApolloElio e Mitra!

Bene, su Apollo e Elio siete andati sicuri, sono gli dei del sole infatti.. ma siete rimasti sorpresi di Mitra vero?

Ebbene sì, è anch’esso associato al sole!

Secondo la leggenda ebbe una contesa con Elio, lo vinse e stretta con lui un’alleanza si guadagnò la corona solare e poté salire sul carro del sole! Ecco perché anche Mitra fu in alcuni casi raffigurato in antichità con la corona raggiata sul capo..

2G – Con l’ultima rilassiamoci, una cosa semplice! Quale tra queste NON è una dea di origine greco-romana?

Bravissimi, Iside!

Era infatti una dea egiziana, molto venerata a Roma in età imperiale! Famoso era il tempio dedicato a lei, l’Iseo Campense a Campo Marzio!

..Al prossimo quiz!

Piccola-Clio-Colosseo

Occhi in su al Colosseo!

Ciao a tutti!

Mi presento! Sono la Piccola Clio, la piccola bambola di Simona!

Simona è una guida turistica ed io spesso sono al suo fianco in giro per Roma nei tour con i bambini!

Da aprile 2020 ho iniziato anch’io a portare in giro i turisti e i romani, ma virtualmente con i miei post in lingua inglese e italiana sui miei canali social! Dopo una breve pausa da oggi ricomincio a viaggiare virtualmente su questo sito e sui canali social di Storikamente Roma!

Ogni 2 settimane introdurrò le Visite guidate su Richiesta di Simona e Maria Teresa, mettendovi alla prova con i miei Quiz!

ARE YOU READY?

Iniziamo ora!

Ho scelto per voi il COLOSSEO, uno dei luoghi delle Visite Guidate sempre disponibili su richiesta con Simona e Maria Teresa!


Il Colosseo, che significa qualcosa di enorme o colossale, era il più grande Anfiteatro del mondo antico romano per spettacoli e giochi pubblici!
Cacce di animali selvaggi, esecuzioni a morte di criminali, e .. combattimenti gladiatori, naturalmente! Di tutti questi lo spettacolo più amato dagli antichi romani (oltre alle corse del circo!).


Sono qui fuori per mostrarvi qualcosa che avrete già visto, o forse no..

Guardate in alto! Cosa c’è lassù in cima?

Io vedo tre pali, che stanno apparendo magicamente dal passato per voi proprio ora! Wow!!


2000 anni fa servivano a sorreggere il tendone detto velarium che proteggeva gli spettatori dal sole quando faceva troppo caldo!
Oggi si possono vedere solo i fori in cui i pali erano inseriti!

La prossima volta che passate di lì guardate in alto attentamente, si vede la luce del sole passare attraverso i fori!

Sappiamo che lassù c’erano in tutto 240 pali, oggi non ci sono più, così come è scomparso il grande velario! Era un tendone diviso in vele, come quelle delle antiche navi ma molto più lunghe. Erano manovrate proprio dai marinai della flotta imperiale! Grandi argani, carrucole e lunghe corde erano utilizzati per issare l’enorme tenda! Dev’essere stata davvero pesante! E anche molto bella!

Da fonti antiche sappiamo che una volta raffigurò un cielo stellato! Dentro era infatti dipinta! E gli effetti di luce e colori sugli spettatori erano suggestivi, fantastici! 

Quiz della Piccola Clio

Il Colosseo!

Complimenti a tutti!

Il Vincitore è.. FRARCH con 56 punti!

I vostri punteggi sono stati aggiunti alla Classifica Generale dei Quiz!

Avete affrontato domande insidiose e con risposta multipla!

Ecco le risposte esatte e i tranelli svelati..!

Risposte del Quiz

2A – Qual era l’anfiteatro più grande a Roma?

L’anfiteatro Flavio!

2B – e quale anfiteatro è ancora visibile oggi? (Risposta multipla)

L’anfiteatro Flavio e l’anfiteatro Castrense![L’anfiteatro Castrense è oggi molto rovinato.. inglobato dalle Mura aureliane, visibile alla fine/inizio della tangenziale]

2C – Qual è il soprannome attuale di questo anfiteatro (in foto)?

Bravissimi, il Colosseo!

2D – Quanti erano i fori che si vedevano sulla cornice in alto?

Al tempo degli antichi Romani c’erano 240 fori, occupati da altrettanti pali.. questa era un po’ a trabocchetto!

2E – Di quali materiali sono fatte le pareti interne del Colosseo? (Risposta multipla)

Furono ben 3 i materiali usati dagli antichi Romani per costruire i muri interni del Colosseo: TravertinoTufo e Laterizi![Ancora oggi sono visibili visitando l’anfiteatro all’interno. Il legno era invece usato perlopiù per strutture minori (come per quelle mobili nei sotterranei)]

2F – Chi manovrava il velario del Colosseo?

marinai della flotta imperiale![Ricordatevi le vele delle navi..]

2G – Qual era il numero massimo di spettatori nel Colosseo?

La capienza massima possibile del Colosseo era 70.000 spettatori, considerando i posti in piedi.[Su questo quesito gli storici sono ancora oggi divisi tra due capienze massime: 50.000 e 70.000. La capienza massima dell’edificio (oltre cui non vanno gli storici) è perciò 70.000, mentre 50.000 può essere considerata per il quiz parzialmente esatta!]

..Al prossimo quiz!